Dichiarazione Segretario Generale Fisalp sulle pensioni

Dichiarazione Segretario Generale Fisalp sulle pensioni

Dichiarazione Gianluca Gaeta Segretario Generale Fisalp dopo l'annuncio di nuove misure...

Non è così che si risanano le casse dell'Inps

Non è così che si risanano le casse dell'Inps

Il blocco delle assunzioni e quindi del turnover in molti uffici pubblici ha fatto crescere il...

Login

Contratti a progetto

Il contratto a progetto o contratto di collaborazione a progetto (co.co.pro.) o meglio contratto di collaborazione contributivo per programma, progetto o fase di esso, è un tipo di contratto di lavoro introdotto in Italia, successore del contratto di collaborazione coordinata e continuativa (co.co.co.) introdotto dal c.d. pacchetto Treu e successivamente modificato dal D.lgs. n. 276/2003 (cosiddetta Legge Biagi), di attuazione della legge delega 30 del 2003.

Contratti di solidarietà

I contratti di solidarietà sono accordi, stipulati tra l'azienda e le rappresentanze sindacali, aventi ad oggetto la diminuzione dell'orario di lavoro al fine di:

mantenere l'occupazione in caso di crisi aziendale e quindi evitare la riduzione del personale (contratti di solidarietà difensivi,art. 1 legge 863/84);
favorire nuove assunzioni attraverso una contestuale e programmata riduzione dell'orario di lavoro e della retribuzione (contratti di solidarietà espansivi art. 2 legge 863/84).
Questa tipologia ha avuto, però, scarsissima applicazione.

Contratti di solidarietà difensivi per le imprese L863/84

CONTRATTI DI SOLIDARIETA' DIFENSIVI PER LE IMPRESE IN REGIME DI CIGS (LEGGE 863/84): TIPO "A"

Possono fare ricorso ai contratti di solidarietà di "tipo A" tutte le aziende rientranti nel campo di applicazione della disciplina in materia di CIGS, comprese le aziende appaltatrici di servizi di mensa e pulizie, che abbiano occupato mediamente più di 15 lavoratori nel semestre precedente la data di presentazione della domanda.

Articoli più letti

Articoli recenti